"Linee di indirizzo per la ripresa graduale delle attività, servizi e centri a carattere sanitario, sociosanitario e sociale per le persone con disabilità"

Come avere indicazioni utili per le azioni da intraprendere in questa FASE2 soprattutto per quanto riguarda la ripresa dei serivizi in favore delle persone con disabilità oggi sospesi, anche alla luce di quanto previsto dal DPCM del 26aprile u.s., scaricabile anche dal documento sottostante, che all’art. 8 fornisce “ulteriori disposizioni specifiche per la disabilità”
L' Unità di Crisi di AnffasNazionale "Emergenza Covid-19", recepito tale DPCM, ha predisposto un documento riguardante le lineeguida che contegono le azioni da intraprendere per la ripresa graduale delle varie tipologie di servizi prima sospesi.
Tale attenzione costituisce un apporto importante per la ri-programmazione degli interventi in favore delle persone con disabilità e delle loro famiglie, con lo scopo di creare un sistema realmente integrato di servizi, alla luce della ripresa che avverrà con gli atti che ciascuna regione adotterà ai sensi dell’articolo 8 del DPCM del 26 aprile u.s.
Con le “checklist”, contenute nel documento, si sottolinea la specificità di ogni intervento, le soluzioni ipotizzabili per la ripresa di ciascuna attività, tenendo conto però che la progressiva riapertura degli stessi necessita del rafforzamento delle misure già adottate al fine di ridurre il rischio di contagio da SARS-CoV-2.

La RETE ANFFAS , sin dalla prima ora, ha improntato il proprio lavoro nella massima cautela e nel rigido rispetto di tutte le prescrizioni ed indicazioni fornite dalle autorità competenti, attenzionando sempre la tutela della salute e della vita delle persone con disabilità, dei familiari, degli operatori e di chiunque a vario titolo entri in contatto con i servizi


PER ULTERIORI INFORMAZIONI VISUALIZZARE L’ARTICOLO PER INTERO